il primo libro
il primo libro

l'osservazione innanzi tutto.

mario scende le scale, esce di casa, gira, guarda, osserva, prende nota, fotografa nella sua mente, tocca con mano ed assapora tutto quello che lo circonda a bizzuno, una piccola frazione in romagna.

continua a camminare, non si ferma.

recupera le cose e le reinventa, a modo suo, come secondo lui vanno meglio; impara a usare le mani mosse da tanti pensieri, idee e fatti di vita che lo circondano.

inizia con il costruire presepi, in modo naturale e istintivo, articolandoli e strutturandoli, finchè non si accorge che progetta i presepi, prima ancora di costruirli. ogni suo pensiero tende alla progettualità.

[...continua...]
mario nanni progettista