convinti che sia assolutamente necessario proseguire con la ricerca tecnologica, la salvaguardia ambientale, la coscienza e l'educazione al consumo, invitiamo anche a riflettere su benessere, emozione, capacità comunicativa di cui la luce è capace. da anni mario nanni lavora con la luce allontanandosi dal concetto della progettazione illuminotecnica per punti: non è la quantità della luce, ma la sua qualità a fare di un progetto, un buon progetto di luce. è necessario, perchè ciò continui ad avvenire, che la lampadina esista. bisogna evitare il suo uso indiscriminato, evitare la mancanza di coscienza progettuale che porta ad usare le sorgenti di luce artificiale in modo approssimativo, indifferenziato, fino ad arrivare all'uso per moda. quando è nata la lampadina si è persa la cultura e la sensibilità di progettare con la luce naturale, non vogliamo che la sua scomparsa, ora, porti ad una nuova era di involuzione di progetto e di pensiero.

[...continua...]
mario nanni progettista