bisogna osservare e riconoscere la luce; le televisioni che illuminano i soffitti e le pareti di casa li colorano di toni che appaiono e scompaiono, danno sensazioni di luce e non di contenuto come se fossero un paralume che emette, però, una luce dinamica.

apparecchi che non vengono osservati tanto per le immagini quanto per la luce in movimento che generano nelle nostre stanze.

provate a girare le tv verso le pareti e non verso gli occhi per allenare lo sguardo ad accompagnare la mente alla fantasia.

è bello fare propria la luce, è bello fare proprio un luogo.

questo è lo spettacolo della liv.

mario nanni progettista